IMPORTANTE: IL SITO COLTIVAZIONEARTIFICIALE.COM NON SI ASSUME NESSUNA RESPONSABILITA’ PER UN USO IMPROPRIO DELLE INFORMAZIONI CONTENUTE DI SEGUITO E RICORDA AI LETTORI CHE LA COLTIVAZIONE DI CANNABIS IN ITALIA E’ ASSOLUTAMENTE VIETATA.

Cerca Negozi o Prodotti!

Cerca Negozi o Prodotti!
Ricerca personalizzata

Se Inserisci Il Codice Sconto In Fase Di Chechout, Avrai Uno Sconto Del 20 % !

Se Inserisci Il Codice Sconto In Fase Di Chechout, Avrai Uno Sconto Del 20 % !
Codice Sconto Classic Redux Series >> REDUX14 - Valido dal 1 al 30 settembre 2017

mercoledì 8 maggio 2013

Per Propagare Le Erbe.

Le erbe possono essere propagate con svariati metodi a secondo del tipo di pianta.

COLTIVARE LE ERBE DA SEME. Molte erbe si riproducono facilmente da seme; possono essere seminate in contenitore, oppure in grandi quantita' in un letturino di terriccio fine all'aperto.

LE ERBE ANNUALI RUSTICHE. Come la Borragine, il Fiorrancio coltivato, il Fiordaliso, e i Papaveri, si seminano all'inizio della primavera per fioriture estive, o all'inizio dell'autunno per fioriture primaverili.

LE ERBE BIENNALI. L'anagra, L'angelica, e il Cunimo dei prati, si seminano in tarda estate o all'inizio dell'autunno e fioriscono l'estate successiva. Dopo la germinazione è bene diradare le plantule ripetendo l'operazione dopo qualche settimana.

LE ERBE PERENNI. Le erbe perenni si seminano al caldo in primavera, tenendo le plantule in vaso finchè sono abbastanza sviluppate e robuste da poter essere trapiantate. I semi di alcune perenni erbacee rustiche, richiedono stratificazione( cioè devono essere esposte a un periodo di freddo ) che interrompa la dormienza. In questo caso bisogna tenere i semi in acqua per una notte e poi metterli in un sacchetto di plastica contenente una mescolanza di torba umida e di sabbia, da riporre in frigorifero per 4-12 settimane a 1-5°C. In alternativa possono essere seminati in contenitori con terriccio, coperti da uno strato di ghiaia per evitare schizzi di fango, e lasciati fuori per tutto l'inverno. 

PRODOTTI CASALINGHI. Molte erbe possono essere propagate acquistando in un negozio di frutta e verdura, i vasetti di erbe, per es. di prezzemolo, basilico, o coriandolo. Spesso le piantine sono ammassate e devono essere divise in 3-4 cespi piu' piccoli, da rinvasare separatamente e trapiantare poi in contenitori, o nel giardino delle erbe. Se le plantule si coltivano nel cotone idrofilo, anzichè nel terriccio, sara' piu' facile tagliare il pane di terra usando le forbici; alcune piante subiranno danni, ma la maggior parte mettera' rapidamente nuove radici e foglie.

MICROPROPAGAZIONE. Questa tecnica richiede un laboratorio sterile ed è utilizzata per propagare in breve tempo un gran numero di piante identiche della stessa cultivar. E' un metodo importante per riprodurre ceppi sani da piante infette e "per recuperare" specie rare o a rischio d'estinzione da reintrodurre in natura o da utilizzare per il commercio orticolo.


DIVISIONE DELLE PIANTE PERENNI.

1- Estrarre l'esemplare da dividere (in questo caso un girasole) facendo attenzione a inserire la forca non troppo vicino alla pianta in modo da non danneggiare le radici. Rimuovere il terreno in eccesso. 2- Dividere con le mani la pianta in piccole parti, conservando solo quelle sane e vigorose, ciascuna con numerosi nuovi getti. Tagliare le vecchie crescite apicali e ripiantare le parti divise. Assestare il terreno e annaffiare.
ARTICOLI CORRELATI  La Propagazione Vegetativa