IMPORTANTE: IL SITO COLTIVAZIONEARTIFICIALE.COM NON SI ASSUME NESSUNA RESPONSABILITA’ PER UN USO IMPROPRIO DELLE INFORMAZIONI CONTENUTE DI SEGUITO E RICORDA AI LETTORI CHE LA COLTIVAZIONE DI CANNABIS IN ITALIA E’ ASSOLUTAMENTE VIETATA.

Cerca Negozi o Prodotti!

Cerca Negozi o Prodotti!
Ricerca personalizzata

mercoledì 10 luglio 2013

I Vantaggi Della Cannabis Medica Autofiorente.

Dopo anni di intensa ricerca per lo sviluppo delle migliori varietà di cannabis autofiorenti, la qualità e la diversità dei ceppi autofiorenti disponibili è notevolmente aumentata. Sono ora disponibili moltissimi ceppi con un contenuto di THC pari al 20% o addirittura superiore, ed esistono varietà con percentuali abbastanza decenti di CBD.



I pazienti affetti da una serie di malattie, sono ora in grado di trovare ceppi di cannabis autofiorente idonei a dare beneficio alla loro condizione. Ad esempio, le persone sofferenti di dolori cronici, fibromialgia o schizofrenia (e altre condizioni) possono beneficiare di un ceppo ad alto contenuto di CBD come la Ruderalis Indica. Questo ceppo contiene anche una percentuale relativamente bassa di THC, che lo rende adatto per coloro che desiderano ottenere un effetto medico positivo senza ricorrere necessariamente a ceppi con piu' alto contenuto di principio attivo.




Per gli individui che soffrono di malattie che rispondono al trattamento con THC, come la sindrome di Tourette, depressione, perdita di appetito dovuta ad AIDS o cancro, i ceppi ad alto contenuto di THC come la White Haze Automatic risultano essere i piu' idonei.




Le varietà di cannabis Autofiorenti offrono diversi vantaggi ai coltivatori di cannabis medica: la loro rapida crescita, bassa statura e bassi requisiti di manutenzione le rendono di facile coltivazione, per quelle persone che hanno a che fare con malattie limitanti.




Mentre i primi ceppi autofiorenti produssero raccolti di scarso peso e qualità, al contrario i ceppi più recenti si sono dimostrati molto più produttivi e di migliore qualita', tanto che ora molti coltivatori di cannabis medica ne stanno iniziando la sperimentazione. Con l'aumentare dello sforzo che viene ora investito nella produzione di nuove varietà, aumenteranno anche le probabilità di vedere a breve ceppi autofiorenti con qualita' e resa decisamente superiori.