IMPORTANTE: IL SITO COLTIVAZIONEARTIFICIALE.COM NON SI ASSUME NESSUNA RESPONSABILITA’ PER UN USO IMPROPRIO DELLE INFORMAZIONI CONTENUTE DI SEGUITO E RICORDA AI LETTORI CHE LA COLTIVAZIONE DI CANNABIS IN ITALIA E’ ASSOLUTAMENTE VIETATA.

Cerca Negozi o Prodotti!

Cerca Negozi o Prodotti!
Ricerca personalizzata

sabato 18 ottobre 2014

Come Preparare Un'ottimo Substrato Per La Cannabis.

Il substrato per la coltivazione della cannabis, per essere ideale, deve rispettare i seguenti requisitiN°1 Deve essere arieggiato. N°2 Ricco di materia organicaN°3 Deve avere ritenzione idrica. N°4 Un ph 6,5. Se siete amanti del fai-da-te, e volete preparare da soli un'ottimo substrato per coltivare Cannabinacee, troverete qui di seguito elencate le materie organiche, e le giuste quantità da miscelare.  
come-miscelare-substrato-per-marijuana
Preparazione X 130 L Di Substrato:
50 L di substrato organico, che potete acquistare al metro cubo.
45 L fibra di cocco ikea.


15 L composto di torba - 80% di letame di cavallo.
20 L sepiolite. 

Potete proporzionare il composto di torba in: 50% Torba di sfagno bianco - aiuta a trattenere enormi quantità d’acqua quando è bagnata e enormi quantità d’aria quando è secca. 
 
25% di torba di sfagno scura stagionata e decompostata - aiuta a legare i nutrimenti, e li rilascia lentamente in maniera costante nel substrato. 
cocco-per-substrato-cannabis
Fibra Di Cocco

Aggiungete: 10% di letame compostato - vacca o gallina - 5% di argilla montmorillonitica  - 4% di gesso - 6% di polvere calcareapolvere di alghe marine, un pò di cenere di legna e polvere di ossaSe seguirete queste istruzioni, per i prossimi cicli di coltivazione beneficerete di un substrato molto arieggiato e che asciugherà velocemente favorendo il metabolismo delle piante, con la possibilità di continuare a usare fertilizzanti organici tipo Guano liquido.
Per ottenere una buona ritenzione idrica e un’areazione ottimale, potete proporzionare così: 75% cocco e 25% inerte (torba di sfagno).
Per spingere di più il metabolismo delle piante, proporzionate a 50/50 %. 
Raccomandazioni:nella stagione estiva, aggiungete meno perlite. Viceversa, nella stagione invernale diminuite la quantità di fibra di cocco. In pratica, il funzionamento è come in una bilancia, dove da una parte vi è l'acqua (assorbimento di nutes) e dall'altra l'ossigeno. Inoltre, non fate mai mancare acqua e ossigeno alle radici. Se usate più inerti dovete annaffiare di più, ma avrete più ossigeno. Se usate più cocco dovete annaffiare di meno, ma avrete meno ossigeno. 

                                                                                                                                                                                             

ATTENZIONE: Il cocco di tipo pressato occupa meno spazio, è più leggero e non è difficile da sbriciolare, basterà un secchio con un pò d'acqua calda.
Ti Può Anche Interessare:
 Caratteristiche Fertilizzante Per Cannabis 
CLICCA QUI

 Per Scegliere Un Buon Substrato Di Terriccio 
scelta-terriccio-cannabis
CLICCA QUI